Estrazione dei denti del Giudizio (denti inclusi)

Estrazione Denti del Giudizio padova

L’estrazione dei denti del giudizio è un’operazione di chirurgia orale a tutti gli effetti e risulta inevitabile in presenza di determinate condizioni. L’estrazione dei denti del giudizio è un’operazione di chirurgia orale che presuppone appunto l’esportazione dei terzi molari, noti anche come ottavi. Questi denti, che tendenzialmente crescono quando il paziente ha già superato l’adolescenza e la fase di crescita, possono comparire o meno nell’arcata mascellare e in quella mandibolare, e di solito vengono estratti solo se causano problemi al paziente.

Al giorno d’oggi, l’estrazione dei denti del giudizio rappresenta un’operazione di routine abbastanza semplice, ma ci sono casi in cui il posizionamento di questi denti rende la loro rimozione leggermente più complicata del solito. In questo articolo vedremo infatti in cosa consiste l’operazione e come ci si comporta in presenza di ottavi in inclusione parziale o totale.

Estrazione: quando è inevitabile?

L’estrazione dei denti del giudizio tendenzialmente avviene quando questi causano dei problemi al paziente, quindi come azione curativa, ma può anche essere effettuata seguendo una logica preventiva. In caso di estrazione preventiva, gli ottavi vengono rimossi per salvaguardare il corretto posizionamento degli altri elementi dentali nell’arcata; molto spesso, infatti, accade che allo sbucare degli ottavi tutti gli altri denti comincino a spostarsi, andando così a vanificare eventuali terapie ortodontiche correttive eseguite in precedenza. Si agisce perciò con l’intento di limitare i danni e di minimizzare il rischio di malocclusione dentale e denti storti. Un’estrazione precoce dei denti del giudizio può anche essere raccomandata dal dentista per limitare eventuali rischi che potrebbero sorgere rimuovendolo in età più avanzata.

L’estrazione curativa, invece, diviene necessaria in queste circostanze:

  • Affollamento dentale: è una condizione che si verifica quando all’interno della mascella non c’è spazio a sufficienza perché tutti i denti stiano in una posizione corretta, cosa che li porta a sovrapporsi; essa richiede l’estrazione dei denti del giudizio perché questi ultimi rischierebbero di complicare maggiormente la situazione e di rendere ancora più difficile la pulizia dentale quotidiana.
  • Corrosione del dente adiacente: si verifica quando un dente del giudizio, ancora incluso nella gengiva, spinge contro le radici del dente adiacente, causando dolore e infiammazioni pericolose (che rendono necessaria l’estrazione).
  • Grave infezione al dente: l’estrazione è poi d’obbligo in presenza di carie, pulpite, ascesso dentaleo granuloma al dente del giudizio, che rischiano di diffondersi e di colpire i tessuti circostanti.
  • Inclusione dentale: si tratta della condizione per la quale il dente del giudizio viene bloccato nella sua crescita dalla gengiva, che gli impedisce di sbucare in superficie; in caso di inclusione (totale o parziale), il dente è bloccato all’interno dell’osso mandibolareo mascellare, rischia di andare incontro a infezioni, carie, ascessi e cisti, e per queste ragioni va rimosso.
  • Pericoronitedentale: un dente del giudizio parzialmente erotto può dar vita ad un’infiammazione acute delle gengive, non solo fastidiosa e dolorosa, ma anche pericolosa per la salute del cavo orale in generale.
  • Rottura o scheggiatura del dentedel giudizio: queste condizioni, allo stesso modo, presuppongono un’estrazione.

Dente del giudizio incluso e dente ritenuto

Quando si parla di denti inclusi è importante fare una prima distinzione in modo da discernere fra la condizione di inclusione e quella di dente ritenuto. Con dente incluso si intende un dente con la radice ormai completamente formata, che non è erotto oltre i tempi fisiologici in cui avrebbe dovuto fare la sua comparsa nell’arcata e che ha una prevalenza di inclusione del 20-30%. Con dente ritenuto, invece, si indica un dente in cui è mancata l’eruzione entro i tempi fisiologici previsti, ma che presenta la radice ancora immatura; ciò significa che c’è ancora una residua possibilità di eruzione. Questa premessa serve per capire che tutti gli elementi dentali attraversano un processo di sviluppo durante il quale possono apparire non completamente erotti, ma in alcuni casi la ragione è data dal fatto che non è ancora arrivato il loro giusto periodo di eruzione.

L’inclusione del dente del giudizio

I denti del giudizio, come accennato, crescono e sbucano una volta finita la fase di crescita dei soggetti, orientativamente fra i 18 e i 25 anni d’età (sebbene ci siano episodi di eruzione più tardiva, arrivando in alcuni casi anche oltre i 35-40 anni). Quando il dente non sbuca oltre la gengiva, quindi quando si verifica un’inclusione, questa può essere di tipo parziale o totale. Se l’inclusione è totale, il dente è completamente ricoperto dalla gengiva; se parziale, invece, è coperto solo in parte, quindi una sezione della corona è visibile all’interno della bocca, seppur a volte solamente in piccole parti. Questa seconda condizione porta a molti più problemi di quanti ci si potrebbe aspettare, perché la porzione di gengiva che ricopre il dente si trasforma nella perfetta area di deposito per batteri e residui di cibo, diventando un possibile problema, rischiando così di provocare infezioni e, deteriorandosi in loco, generano l’alito cattivo. L’inclusione dentaria, nella maggior parte dei casi, è dovuta a mancanza di spazio in arcata che porta i denti del giudizio a crescere in una posizione anomala.

Estrazione degli ottavi in inclusione parziale o totale

Prima di procedere con una qualsiasi estrazione di uno o più denti del giudizio è fondamentale effettuare una radiografia preliminare, utile al dentista al fine di comprendere appieno il posizionamento degli elementi dentali d’interesse. Esistono infatti estrazioni più complesse di altre, dovute alle modalità secondo le quali gli ottavi si sono sviluppati sotto la gengiva: quando ad esempio questi crescono in posizione orizzontale, e vanno a spingere contro le radici dei denti adiacenti, ci sono da tenere in considerazione una serie di elementi prima di procedere con l’intervento. È importante effettuare un’attenta pianificazione e individuare le vere ragioni per le quali si opera:

  • Parliamo di estrazione degli ottavi a fini terapeutici quando questa è finalizzata al trattamento di una patologia in atto, altrimenti non curabile.
  • Parliamo di estrazione a fini strategici quando invece essa ha lo scopo di facilitare altri trattamenti, come ad esempio future terapie ortodontiche o operazioni di implantologia.
  • Infine, si parla di estrazioni profilattiche quando hanno lo scopo di ridurre i rischi derivanti da possibili danni futuri correlati alla natura o al posizionamento del dente del giudizio. Se il dente, per esempio, presenta lesioni cariose, con o senza concomitante patologia pulpare o periapicale, è fondamentale intervenire per evitare la diffusione dell’infezione; stessa cosa in caso di cisti o granulomi.

Chirurgia piezoelettrica (piezosurgery)

Il piezosurgery è una apparecchiatura che mediante vibrazioni ultrasoniche ad alta frequenza permette di tagliare i tessuti duri (osso alveolare) senza ledere i tessuti molli, per cui quando dobbiamo operare vicino a strutture anatomiche delicate (vasi,nervi, membrana del seno mascellare) ci permette di lavorare in grande tranquillità.

Le indicazioni principali della piezochirurgia sono le estrazioni di radici di denti fratturate o anchilosate dentro l’osso, il rialzo di seno mascellare, o anche le inserzioni di impianti dove al posto di usare le frese adoperiamo invece degli inserti appositi che ci permettono di preparare il sito impiantare con la massima conservazione dell’osso e il minimo sanguinamento per effetto della cavitazione indotta da questo strumento.


Se vuoi parlare con la segreteria puoi farlo comodamente telefonando allo Studio

Prenota una visita Chiama Ora

Prima visita e Preventivo

Una prima visita approfondita per individuare la natura delle problematiche e cercare di risolverle in modo serio. La diagnosi è fondamentale ed è per questo che ci avvaliamo di tecnologia di ultima generazione.

Perchè sceglierci...

Affidare la propria salute ad un'equipe in grado di trovare le migliori soluzioni garantendo sempre alti standard qualitativi. Ecco i motivi per cui i nostri pazienti ci hanno scelto.

Esami diagnotisci in sede

Tutti gli esami necessari per diagnosi ed intervento odontoiatrico vengono fatti direttamente in sede con la nostra strumentazione digitale.

Professionalità e competenza

Effettuiamo interventi di Implantologia Osteointegrata dal 1990. Abbiamo a disposizione 7 sistemi implantari delle aziende leader mondiali.

Qualità dei materiali e protocolli

L'utilizzo dei migliori materiali e l'applicazione dei protocolli di ultimissima generazione, scegliendo sempre la soluzione minimamente invasiva.

Flessibilità e Sicurezza

Lo studio Dentistico del Dr. Siviero ti metterà a tuo agio per offrirti una terapia sostenibile che ti permetta di risolvere brillantemente qualsiasi esigenza odontoiatrica

Finanziamenti e convenzioni

Nella nostra sede è possibile finanziare l'intero importo delle terapie, permettendoti di affrontare comodamente tutte le esigenze odontoiatriche della famiglia.

Servizio di Navetta e Assistenza

Per i pazienti provenienti da fuori regione abbiamo delle soluzioni dedicate per permettere la gestione senza stress di tutti gli appuntamenti.

Nel nostro sito non trovi le risposte che cercavi?

Nessun Problema! potrai tranquillamente chiamare un nostro incaricato ai numeri che trovi qui sotto
fotografia Right Brain Communication - Powered by OSM dental

Privacy Policy

Torna su